La DS Cabriolet

Già nel 1954 Bertoni abbozzava le linee di una versione cabriolet della DS, anzi per la verità le prime tavole della VGD disegnate rappresentavano un auto scoperta molto simile alla futura 19 cabriolet.
Fu però il carrozziere francese Henry Chapron nel 1958 a creare da una DS berlina una versione scoperta.

disegno.jpg (29448 byte)

Non si può parlare di DS cabriolet senza sapere che sono state tutte realizzate da questo artigiano-carrozziere che deve la sua notorietà alle trasformazioni della berlina francese, anche se ha lavorato su altre auto non Citroën. Alcune DS scoperte vennero realizzate all’epoca anche da altri carrozzieri, ma queste auto, di cui si è persa memoria, non sono degne di nota.


La Cabriolet di Chapron al salone di Parigi del 1958


La Croisette (foto2, foto3, foto4, foto5, foto6, foto7, foto8)

Nel 1958 Chapron allestì le prime due DS cabriolet, la prima con i finestrini montati e un pannello di fibra di vetro all’altezza della portiera posteriore (quella anteriore era stata allungata di 10 cm), la seconda, esposta al salone dell’auto di Parigi, senza finestrini e con una bordatura cromata a coprire il raccordo tra il parafango posteriore e la fiancata.


La presentazione della Cabriolet Usine

Questa finitura, poco elegante, durò anche per i sucessivi 25 modelli prodotti nel 1959, denominati La Croisette, che furono realizzati tagliando delle berline finite acquistate direttamente negli autosaloni. Le successive Croisette invece vennero realizzate con la fiancata posteriore continua, senza interruzioni, anzi, tutta la parte posteriore era un’unica "cassa" in metallo a parte il coperchio del baule che era in vetroresina.
Le Croisette potevano avere a richiesta del cliente il parabrezza più basso di 4 centrimetri, deflettori ai finestrini, verniciature particolari (anche le griglie sopra il parafango anteriore erano spesso verniciate nel modelli 1960-61), cerchioni a raggi e selleria di colore particolare. Inoltre avevano la targhetta col nome del modello sui parafanghi anteriori e il marchio Chapron impresso su alcuni particolari.


Una fase dalla costruzione (notare i rinforzi posteriori)

Nel 1960 la Citroën, considerato il prestigio (più che il successo commerciale) che un’auto così poteva offrire, presentò in occasione del salone dell’auto francese un modello cabriolet di Chapron all’interno del suo stand.


Una Cabriolet Usine del 1965

Questo modello, acquistabile tramite la rete di vendita ufficiale e inserito nei cataloghi, poteva essere prenotato solo tramite un ordine speciale. Essa era simile alla Croisette con una capote più alta (con tre archi di sostegno al posto di quattro), una coda più affusolata (con baule comunque in vetroresina) e le caratteristiche frecce posteriori "stile motoscafo".

Foto pubblicitaria

Per essere distinta dai modelli di Chapron che comunque continuava a produrre la sua Croisette, la cabriolet ufficiale Citroën viene chiamata Usine (di fabbrica, appunto) e assemblata finalmente da telai semifiniti forniti dalla fabbrica al carrozziere (in precedenza e anche a fine produzione venivano "tagliate" delle auto complete). I primi quattro modelli di preserie della cabriolet Usine erano leggermente diversi con fari posteriori della berlina, non rotondi e un solo foro di alloggiamento per il crick.Anche alcune ID vennero fornite in configurazione cabriolet Usine, ma furono poco apprezzate e cessarono di essere costruite già nel giugno 1965.
Le cabriolet Usine avevano sedili in pelle (lisci e senza cuciture fino all’avvento del modello Pallas), piantone dello sterzo nero e parte bassa del cruscotto in tinta con la carrozzeria (fino al 1968).
La produzione ufficiale finì nel 1971 anche se Chapron assemblò qualche esemplare dopo tale data (non più di cinque), l’ultimo, nel 1978 (una DS23 blu del 1974), fu veramente l’ultima DS mai prodotta. Si stima che in totale vennero costruite 1365 cabriolet Usine, ma la cifra non è certa perché alcuni numeri di telaio vennero confusi con quelli delle berline.

 

Produzione cabriolet Usine: 770 DS19, 483 DS21, 112 ID19.


 

Altri modelli di produzione Chapron:


foto2

Coupé Le Dandy


foto2

Cabriolet Palm Beach

Coupé Le Paris

Coupé Concorde

Cabriolet Le Caddy


foto2

Coupé Le Léman


foto2

Lorraine


foto2

Majesty

 

Riassunto della produzione dei modelli Chapron:

Modello

1958

1959

1960

1961

1962

1963

1964

1965

1966

1967

1968

1969

1970

1971

1972

1973

Prod. Totale

La Croisette

6

19

21

2

4

52

Le Paris

1

8

9

Le Caddy

2

6

7

3

2

2

3

3

4

2

34

Le Dandy

5

5

10

4

8

8

5

3

2

50

Concorde

5

11

7

6

3

6

38

Palm Beach

2

3

7

4

4

2

4

2

2

1

1

32

Le Léman

7

9

4

2

2

2

1

27

Majesty

5

3

8

4

4

3

27

Lorraine

2

4

2

3

7

20

by P.Pp.