Ponte Francese con mercatino
- Racconto di una piccola gita in Francia - 25-28 aprile 2003 -

 

Io, il mio amico Piero e rispettive compagne abbiamo approfittato del ponte del 25 aprile per fare una piccola puntata in Francia alla ricerca di mercatini e ovviamente visitare la stessa. Dopo una rapida consultazione sul sito di Gazoline (rivista francese di auto d'epoca) ci accorgiamo che come al solito la scelta è ampia. In Francia infatti ogni fine settimana si svolgono molte manifestazioni e noi puntiamo su quelle non troppo lontane, ma allo stesso tempo poco conosciute. Si dice, e scopriremo che è vero, che i piccoli mercatini d'oltralpe sono carini, poco battuti e con prezzi ragionevoli. La scelta ricade sulla regione dell'Alta Savoia in particolare: Saint Marcellin e Le Bourget du Lac dove appunto si svolgono due (si spera) interessanti mercatini.
Si parte da Asti sabato mattina, valico del Frejus e giù verso la Francia. Come da tradizione sosta a Modane subito dopo confine per acquisto di Citro Passion (nuova rivista dedicata alle Citroën) e cibo. Visita "guidata" al bunker tedesco minato alla fine della guerra e adesso "leggermente" fuori asse. Impossibile resistere al mal di mare quando si è dentro !
Si prosegue sotto un cielo che promette acqua.
Dopo circa quattro ore arriviamo, sotto la pioggia e stanchi, a Saint Marcellin. Seguiamo ansiosi le frecce di cartone che ci portano dritti al mercatino che si svolge nella palestra di un liceo. Ruoteclassiche l'anno scorso gli aveva dedicato un trafiletto lodandolo per la grande quantità di materiale cartaceo e i bassi prezzi. Alla fine si rivelerà un mezza delusione. Intendiamoci, trovarle in Italia tante cianfrusaglie francesi (sempre di auto parlo), ma forse non valeva la pena fare tanti chilometri. Da segnalare comunque i prezzi contenuti, la coppia dei tomi dei ricambi DS per esempio viene proposta a 60 euro.
Poca roba per DS e discreta parata di Traction all'ingresso.

Si riparte verso Chambéry dove dopo una visita al centro città (molto graziosa) ci ritiriamo presso un albergo della catena Formula 1. Piccola nota al riguardo: gli alberghi della catena Formula 1 (373 in tutta Europa, la maggior parte in Francia) consentono di pernottare con 25 euro a stanza (massimo 3 persone) e sono veramente carini oltre che economici. Insomma, un'ottima occasione per girare la Francia con 2 lire, ops .. euro !

 


Parata di Traction all'ingresso

Il mercatino di Saint Marcellin


A vendre

il mercatino all'interno della palestra

Li riconoscete? sono i famosi ingranaggi Citroën

così brutta che ... è bella!

Piero in contemplazione

Ami 8 italiana fuori dall'albergo

 

La mattina di domenica fortunatamente c'è il sole, nel parcheggio dell'albergo troviamo ben due Ami8 di cui una "Super" italiana (l'Ami 8 con motore GS 1200 c.c.) che di sicuro parteciperanno al raduno di Le Bourget du Lac. Partiamo dunque alla volta del lago. Le Bourget du Lac è un paesino graziosissimo in puro stile francese e il via vai di strane auto ci conferma l'imminente evento. Infatti, sul lago, all'interno di un campeggio troviamo di tutto ! Citroën C4 e C6, Panhard, 2 CV, qualche DS e molte altre auto francesi. Nel mezzo un bel mercatino su cui noi uomini (le donne ci guardano come fossimo drogati) ci fiondiamo subito.
Mancano ovviamente i "professionisti", ma le piccole bancarelle pullulano di ricambi (per la maggior parte usati) e i prezzi sono decisamente trattabili. I francesi sono molto cordiali e grazie forse al francese parlato di Piero molto disponibili. L' Euro inoltre facilita tutto. Piero si aggiudica un super EFAW Bosch (il tester elettronico per fare il check dell'iniezione delle DS) a super prezzo. Io tratto per una pompa iniezione a 10 euro ! .
Troviamo anche un italiano trasferito in Francia molto cordiale che ci ospita nel suo stand. Ha appena restaurato una DS20 familiare e ne va molto fiero. Purtroppo la spazio in auto non ci consente il trasporto di alcuni bei lamierati e li dobbiamo lasciare li.
Bel raduno e bel mercatino.
Qualche acquisto qua e là e nel pomeriggio si riparte. Un po' mi dispiace, visto che nel tardo pomeriggio il campeggio si anima con un'enorme affluenza di persone, concerto rock e un bellissimo clima da scampagnata. Insomma, tutto quello che non è un raduno italiano ! Non per snobbare, ma qui la gente ha un altro approccio a questo tipo di eventi, più naturale e alla buona. Proprio bello. Mentre usciamo arriva anche una bella DS cabriolet bianca, ottima la scelta vista la giornata di sole.
Partenza verso la vicina cittadina di Aix les Bains, che è veramente bella con il suo piccolo casinò.
Conclusa la visita ritorno in Italia stanchi, ma contenti. In totale 1500 chilometri in quatto giorni.

 


Il campeggio che ospita il raduno
Raduno di Le Bourget du Lac (Raduno Citroën e Panhard)

il mercatino

stand "italiano"


Io

insolito SM bicolore


Spazio Panhard

motore Panhard

DS 21 pallas 1965

Spazio 2CV

Traction in vendita

Citroën C4 e C6

Super calandra

In Italia sono estinte

Controllo elettronico 1974

è una 4 CV !

Carrello monoruota !

Piero mostra felice i suoi acquisti